Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
8 gennaio 2014 3 08 /01 /gennaio /2014 23:32

romajuve.jpg

 

 

Torino, 5 gennaio 1982

Dunque è stata ancora una volta la Juventus a vincere: l'attendismo di Trapattoni ha prevalso sul tanto decantato calcio totale degli uomini di Liedholm; il muro bianconero ha assorbito senza troppi patemi l'iniziale furore agonistico romanista, per altro subito spento da un grande inserimento di Tardelli, che al quarto d'ora si incunea in area eludendo il fuorigioco e mette in rete di piatto destro il perfetto assist di Galderisi. La difesa juventina, orchestrata da Scirea, presidia ottimamente le fasce, cosicchè la Roma è spesso costretta ad accentrare gli attacchi imbottigliandosi però ben prima del limite dell'area; pur priva di intuizioni brillanti, ci prova con Ancelotti e Di Bartolomei da lontano, e con qualche palla lunga verso l'area che Pruzzo, stretto tra Gentile e Brio, non riesce mai a sfruttare. Statistiche alla mano, gestisce per più tempo il possesso palla ma sostanzialmente in modo sterile, anzi è proprio la Juve a dare impressione di maggior pericolosità, con Brady sempre pronto a far ripartire l'azione innescando la velocità di Fanna e Galderisi; la partita non è bella, e prima dell'intervallo potremmo forse segnalare un paio di incursioni di Cabrini sulla sinistra e un violento destro di Bettega dal limite che poteva avere miglior sorte.

Al secondo minuto della ripresa però, arriva la mazzata per l'undici giallorosso: su una punizione dalla fascia sinistra, Brady calibra un preciso cross sul secondo palo, lasciato sguarnito dai difensori romanisti, e Brio in spaccata mette alle spalle di Tancredi; è il 2-0, agguantato senza nemmeno faticare molto, e la Roma sparisce letteralmente dalla partita. A nulla servirà l'inserimento di Faccini al posto di un evanescente Chierico, anche perchè Marangon si fa espellere da D'Elia per un'entrata in stile kung-fu su Gentile, e pochi istanti dopo la Roma rimane addirittura in 9, dato che Bonetti decide di respingere con la mano un cross di Marocchino che dopo una deviazione stava per entrare beffardamente in porta. Cartellino rosso inevitabile, e Virdis, appena entrato, trasforma il penalty con un destro angolato e fissa il punteggio sul 3-0, facendo esplodere il Comunale per una vittoria che consegna ai bianconeri il titolo di campioni d'inverno con una giornata d'anticipo, e la decima vittoria consecutiva in Serie A, un record per la società torinese.

Per la Roma svanisce una grande chance di riaprire il campionato, ma va detto che i giallorossi hanno offerto poco a questa partita per pensare di poterla vincere; con Falcao forse appesantito dalla sosta natalizia, e Conti francobollato da Gentile lungo tutta la fascia, del gioco arioso e dinamico visto nella prima parte della stagione non è rimasta nessuna traccia; Trapattoni è riuscito a far naufragare quasi tutte le iniziative avversarie sulla sua trequarti, senza che Liedholm riuscisse a trovare contromisure adatte, e Zoff dunque ha corso ben pochi pericoli, limitandosi all'ordinaria amministrazione.

Condividi post

Repost 0
Published by Doyle - in sport
scrivi un commento

commenti