Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
31 agosto 2012 5 31 /08 /agosto /2012 08:42

Beppe-Marotta.jpg

 

Di top player per l'attacco neanche l'ombra ma Beppe Marotta ha di che sorridere; l'urna di Montecarlo è stata più che benevola, scodellando un girone decisamente abbordabile con Chelsea, Shakhtar e Nordsjaelland. Non male, viste le mine vaganti che c'erano in giro, e vista anche l'importanza, soprattutto dal punto di vista finanziario, di rimanere aggrappati alla Champions League il più a lungo possibile, per creare quel circolo virtuoso di ricavi che serve alla squadra per mantenersi ai vertici. Poi i campioni verranno, anche se il tormentone del top player è in realtà più che altro un cavallo di battaglia giornalistico, e serve agli antijuventini militanti per avere qualcosa di cui parlare durante l'estate, visto lo stato di miseria in cui languono le loro squadre.

Non è stato facile rimanere in poltrona a sgranocchiare patatine mentre Inter e Napoli giocavano in Champions; c'era qualcosa di sbagliato in tutto ciò, e lo dimostra il fatto che senza una Juventus competitiva, lo spread con le superpotenze europee si è allargato a dismisura e l'italico coefficiente UEFA è andato a farsi benedire, sicchè rischiamo di farci sopravanzare perfino dal mediocre Portogallo.

Avevamo lasciato la coppa tre anni fa, con un orrenda sconfitta casalinga contro il Bayern: ricominciamo adesso, da campioni d'Italia, con uno stadio nuovo di pacca e un centrocampo, a proposito di top player, di livello mondiale, e il debutto sarà in trasferta a Stamford Bridge, in casa dei campioni in carica; meglio di così non si può. Una grande squadra deve entrare dalla porta principale, e misurarsi con i migliori.

Condividi post

Repost 0
Published by Doyle - in sport
scrivi un commento

commenti